Home Festival, quando un Festival è ‘casa’: a Treviso 5 giorni di musica e cultura

Un’area di 95.000 metri quadri, 8 palchi, 160 show tra live, dj set e dibattiti culturali e più di 90 aziende coinvolte, dalla logistica al food: sono questi i numeri dell’Home Festival, l’evento che caratterizzerà Treviso dal 31 agosto al 4 settembre e che dal 2010 ad oggi ha progressivamente incrementato offerta e pubblico, rappresentando – nel panorama delle manifestazioni musicali italiane – una piccola gemma sui generis, paragonabile ad altre realtà ‘estere’ (vedi Sziget a Budapest e Tomorrowland in Belgio) che spesso invidiamo.

Invece l’Home Festival è qui a due passi e il nome già ne spiega le intenzioni: “un festival è una casa dove si passa una vacanza, dove di pomeriggio si gira per le bancarelle o si osservano installazioni artistiche – recita la definizione che l’Home Festival dà di sé – si partecipa a reading, dibattiti e all’orario dell’aperitivo si va alle giostre o si gioca una partita di calcio. Verso sera si mangia, si beve e si balla. Un festival è una casa dove si dorme in tenda e dove ci si arricchisce culturalmente e artisticamente, un’esperienza totale che ti permette di conoscere anche la città che lo ospita e fare nuove amicizie”.

Aria di casa, dunque, ma anche – e soprattutto – buona musica, dagli Editors ai Prodigy, passando per Martin Garrix e per gli Eagles of Death Metal. Non mancano i nomi italiani (a proposito dell’“aria di casa” di cui sopra): Vinicio Capossela, Max Gazzè e Fabri Fibra sono solo alcuni dei rappresentanti della musica nostrana che sarà possibile ammirare e ascoltare in questa 5 giorni di note, party e cultura. Sì, perché oltre alla musica – assoluta protagonista della manifestazione – c’è molto altro all’Home Festival, dai party (per citarne un paio, il Colors Splash Party del 3 settembre e il Festival dei Colori, Holi, del 4) all’esperienza del campeggio nell’area Garden, e ancora sport (22 associazioni presenti per offrire attività e svago), contest e intrattenimento per i più piccoli. Nell’area House of Art sarà invece possibile dare sfogo alla propria passione per l’arte (tra i protagonisti assoluti Michelangelo Pistoletto e la Biennale di Venezia 2016 a cura di Boris Brollo), trovando un po’ di respiro e di pace dalle attività esterne.

Home Festival: tutte le info sui ticket

L’ingresso giornaliero dal 1 al 4 settembre costa 22 euro + diritti prevendita. Abbonamento a 70 euro + diritti prevendita per i quattro giorni. Biglietti a disposizione sui circuiti di Ticket One e Mail Ticket. L’ingresso il 31 agosto, data zero Aperol Spritz-Home, è gratuito.

Aggiornamenti in tempo reale sul sito internet www.homefestival.eu